Loading color scheme

a
AIUTACI A METTERE "LE ALI" AI SOGNI DEI BAMBINI

Scopriamo insieme Ozzano dell’Emilia e gli occhi che brillano del suo Sindaco

sindaco_Ozzano.jpg

Luca Lelli ha un grande sogno: riqualificare tutte le scuole. E, proprio all’istituto comprensivo, i consiglieri comunali devolvono i loro gettoni di presenza.

Il sindaco di Ozzano Emilia, Luca Lelli, ha un sorriso così sincero che in cinque minuti ti ha già conquistato. Classe 1976 e in consiglio comunale dal 1999, il suo territorio lo conosce a menadito. In politica da quando ha 18 anni, ha sempre optato per la vita amministrativa: «Mi piace fare le cose e dare risposte ai cittadini».

Una su tutte, la riqualificazione delle scuole del territorio. «Il malato più grave – rivela – è la scuola media Panzacchi che abbiamo frequentato tutti, un vero simbolo. È però vecchia, costruita nel 1967, non ce la fa più. Serve il coraggio di abbatterla e ricostruirla ancora più bella».

Sindaco, è a metà del primo mandato. Qual è l’obiettivo da raggiungere a cui tiene di più? «Ozzano non ha un vero centro storico, con campanile e piazza, ma è un comune molto attivo. Purtroppo gli ozzanesi non conoscono tutto quello che si fa e uno dei miei obiettivi è renderli partecipi, creare comunità e trasmettere loro quell’orgoglio di appartenenza che forse manca».

Ozzano è uno dei comuni più popolosi della cintura. Quali i progetti per le nuove generazioni? «Siamo un comune giovane e con un buon tasso di natalità. Chi fa famiglia sceglie di vivere qui e, qualche anno dopo, viene raggiunto dai nonni. Ciò naturalmente impatta sulle politiche per l’infanzia. I servizi sono tanti. Vogliamo incrementarli, ma anche differenziarli in base a quelle che sono le esigenze delle famiglie secondo un principio di sussidiarietà e collaborazione con le cooperative e le associazioni del territorio. È molto ampia anche l’offerta delle attività sportive, pur non essendoci una polisportiva vera e propria. Tra le novità in arrivo una squadra femminile di calcio».

Quali sono i luoghi di Ozzano in cui le famiglie dovrebbero portare i bambini? «Ozzano ha una vasta zona collinare. Siamo riusciti a coinvolgere i privati facendo aprire alla cittadinanza palazzi, ville e giardini, ora teatro di visite, concerti e iniziative culturali. Una meta da non perdere è il Parco dei Gessi e dei Calanchi gestito dall’Ente per la Biodiversità dell’Emilia orientale. Stiamo valorizzando i parchi anche a livello turistico con percorsi ciclopedonali e sentieri Cai.

Luogo assolutamente da frequentare è la biblioteca, dove si svolgono numerosi laboratori. Proprio in biblioteca il sabato mattina si è instaurato un dialogo virtuoso fra i nonni del centro diurno e i bambini. Infine, la scuola dedicata a Giovanni Capitanio, suo fondatore ed ex insegnante di musica della scuola media dove da qualche anno sembra essere arrivato un degno successore».

La crisi economica colpisce ancora. Quali le iniziative a sostegno delle fasce più deboli? «In un anno eroghiamo dagli 80 ai 110 mila euro in aiuti alle famiglie disagiate. Sono meno della media degli altri comuni, ma ci sono. Oltre al sostegno dei servizi sociali e agli sconti sulle tariffe, segnaliamo forza lavoro o volontari ad aziende e associazioni».

Un’iniziativa di cui è fiero? «I consiglieri comunali devolvono il gettone di presenza di ogni seduta del Consiglio alla scuola. Ogni anno l’istituto comprensivo ci relaziona come quei circa 2mila euro vengono spesi. Nel 2017 abbiamo assegnato borse di studio di 100 euro ai ragazzi che hanno preso la licenza media con il massimo dei voti, un contributo per partecipare a un corso di inglese di alto livello e un aiuto ai figli delle famiglie meno abbienti per partecipare ai viaggi di istruzione».

Si avvicina il Natale, quali sono le iniziative pensate dall’amministrazione? «È festa ovunque. Per partecipare a tutto dovrò munirmi di pattini a rotelle!».

Bambini e Genitori è arrivato sul territorio già da anni e con il progetto sociale Facciamo Scuola insieme regala attività integrative alle scuole. Cosa pensa dell’iniziativa? «Mi piace molto “Facciamo Scuola Insieme”, è un’iniziativa lodevole. Come Comune ci stiamo aprendo a tutto quanto possa aiutare a fare ancora più comunità».

a cura di Alessandra Testa
giornalista, direttrice responsabile Rivista

PRENOTA LA TUA COPIA
della rivista Etica “Genitori”:
puoi riceverla a casa con una donazione minima di € 10

oppure

RICEVILE PER 1 ANNO
> 4 numeri <
con una donazione minima di € 29 anziche' € 40!!!

  > PRENOTA <  

Il Comitato Etico supervisiona tutti gli articoli, a garanzia della tutela all’infanzia e di una genitorialità consapevole, valori a cui si riferisce l'Associazione.

LE PERSONE
LE FONDATRICI E LE PERSONE CHE COLLABORANO

Bambini e Genitori nasce dall'entusiasmo e dalle competenze professionali di un team di genitori motivati...

Slider