Loading color scheme

Cosa mettiamo sotto l'albero di Natale quest'anno?

A conclusione di questo inimmaginabile 2020, vorremmo mettere il focus sul Natale che ci attende, un Natale sicuramente diverso dagli altri. Ma per arrivarci, è necessario porci prima questa domanda anche se sembri non c’entrare nulla… chiediamoci allora: “Cosa significa per ognuno di noi essere un buon genitore?” 

A grandi linee, nel nostro immaginario c’è l’idea che per essere un “buon genitore” sia importante dare ai figli tutto cio’ che hanno gli altri per non farli sentire “inferiori” o “diversi” e soprattutto non fargli mai mancare una casa ordinata e abiti alla moda, puliti e ben stirati.

Fondamentale poi è fargli partecipare alla maggior parte di occasioni sociali possibili (feste di compleanno, cene di classe, corsi post-scuola di ogni genere: dall’inglese alla musica all’immancabile e necessario sport) in una frenetica corsa quotidiana dove i nostri figli “assorbono” questo stile di vita e le nostre parole, quelle che ci escono d’istinto… mentre viviamo “di corsa” questa frenetica vita.

Ma in tutto questo dovere genitoriale, non stiamo perdendo di vista la cosa più importante? Ovvero proprio i nostri figli?

Beh, cari genitori questo è il regalo più grande che il 2020 ci porta in questo Natale cosi diverso, che ci offre davvero un “dono” meraviglioso. Ha una bacchetta magica questo 2020 e, come quella del famoso Mago Merlino nel film Disney “La spada nella Roccia” lo usa per spazzare via il superfluo, lasciandoci al nocciolo della questione.

Ecco, il CoronaVirus in questo 2020 ha spazzato via tutto, lasciandoci a contatto diretto con i nostri familiari piu’ stretti. Senza corsi post-scuola, amici, parenti e senza l’incombenza di seguire la moda per essere impeccabili. Insomma, anche noi al nocciolo del nostro “ruolo genitoriale”.

Quale occasione migliore per essere un buon genitore? E come? Semplice, regalando ai nostri figli la cosa più preziosa che abbiamo: tempo da dedicare a loro. Tempo per “esserci”, per loro e “con” loro. 

Tempo per apprendere insieme, per giocare, per scambiarsi idee, valori e opinioni, per “viverci” in questo ruolo educativo cosi difficile, complicato e, allo stesso tempo, cosi meravigliosamente avventuroso. Perché Essere Genitori invita a raccogliere la sfida che la genitorialità pone, riscoprendo la sua dimensione di viaggio elettivo dell'anima di ognuno di noi. 

Da dove iniziare allora? Dall’abituarci ad esprimerci in famiglia con 3 parole magiche che portano all’ascolto e al rispetto reciproco: grazie, scusa e per favore.

Perchè trasmettere ai bambini l’importanza di esprimere un grazie, di chiedere per favore o di scusarsi, va oltre la semplice cortesia. Investiremo sulle loro emozioni, sui valori sociali che tengono insieme una comunità e, soprattutto, sulla reciprocità necessaria a creare una società basata sul rispetto, nella quale l’essere civili e la considerazione fanno la differenza. 

Ringraziare e chiedere scusa sono potenti armi per il cervello infantile: ineuroscienziati ci ricordano che il sistema neuronale di un bambino è geneticamente programmato per “connettersi” con gli altri. È una cosa meravigliosa e intensa. 

Un bambino che, fin da piccolo, viene abituato ad ascoltare queste parole dunque, capirà velocemente che si trattano di potenti rinforzi positivie, poco a poco, li svilupperà a sua volta. 

Quindi genitori, stiamo attenti a quello che ci esce dalla bocca nella nostra quotidianità, visto che questo Natale 2020 ci sta regalando il tempo necessario a pensarci. Prima o poi, il nostro bambino proverà l’autentico affetto di trattare con rispetto i suoi similie i risultati che questa azione ha su di sé e sugli altri. È una cosa eccezionale, una condotta che lo accompagnerà per sempre, perché trattare gli altri con rispetto significa anche rispettare se stessi, agire d’accordo ai valori e a un senso di convivenza basato su un pilastro sociale ed emotivo importante: la reciprocità

E con questa parola “reciprocità”, vorremmo invitarvi a riflettere anche su azioni concrete da fare in questo tempo sospeso che il Natale del 2020 ci regalerà. È con questo spirito che pubblichiamo idee di mamme (e nonne) per fare "regali speciali" ai loro figli e nipoti. Cominciamo:

"Noi abbiamo 3 figli maschi” scrive Teresa “Regaliamo loro un appuntamento, tempo individuale con uno dei nostri figli. Mio marito ne porterà uno a giocare a calcio o qualche altra cosa per maschi di cui io non capisco niente. Io li porto a fare shopping per vestiti o per qualsiasi altra cosa di cui abbiano bisogno. Da soli, solo noi due. Andiamo a pranzo e parliamo. Ci concentriamo sui loro bisogni per quel giorno. Regalare a mio figlio un appuntamento con me, trovo che sia un regalo anche per me stessa." 

••

"I genitori di mio marito ci hanno regalato un buono valido per un anno per tutta la famiglia per entrare allo zoo.” scrive Barbara “E' conveniente, è educativo ed è un'occasione per fare del movimento. Che modo splendido di insegnare e mostrare ai bambini la varietà del creato di Dio! E' un tipo di regalo che va bene per tutti: i parenti non devono lasciare casa e combattere nel caos dello shopping natalizio e voi riceverete un regalo che la famiglia potrà usare un sacco di volte!"

Suggerimento: se non vivete vicino a uno zoo, potete fare lo stesso con musei della scienza, musei per bambini, acquari, parchi divertimento, ecc... La maggior parte di questi posti ha tutte le informazioni sui rispettivi siti web (ed anche i moduli per le richieste di abbonamento) e potete inviarle ai vostri parenti per semplificare il loro shopping Natalizio.

 ••

"Ho una nipote di 11 anni che ha tutto... veramente!” scrive nonna Maria “Quindi non è divertente comprarle qualcosa perché stai solo aggiungendo altra roba alla sua collezione... Così l'anno scorso, sua madre ed io abbiamo unito le forze e le abbiamo regalato un giorno dall'estetista... ha fatto la manicure, pedicure, i capelli...lei è molto femminile e ama essere curata. Con questo regalo, stai facendo pure un regalo di tempo (perché sarò io che la accompagno dall'estetista e non darò a sua mamma un'altra cosa da fare) ed è un modo per dirle che volersi bene è un bene." 

Bambino con regalo NataleQualche idea per i più piccoli...

 “Sono ancora sotto shock per l'improvvisa scomparsa di mia suocera” scrive Francesca “ed ho deciso di chiedere a tutte le persone che sono vicine ai miei figli di scegliere un loro libro preferito e registrarsi mentre lo leggono. In casa non c'è bisogno di altri chili di plastica sotto forma di giocattoli. Credo che questo sarà un modo bellissimo di far conoscere alle mie figlie di 16 mesi e 4 anni tanti libri e potranno così ricordarsi sempre della zia lontana, di un padrino/madrina o di un nonno.”

Suggerimento per i nonni, zii, ecc...: leggi a voce alta un libro per bambini che ti piace e registrati, poi dai la registrazione al bambino. A loro piacerà riascoltarle un sacco di volte!

••

"Un bellissimo regalo ricevuto da parte di un amico è stato “Un giorno a casa con il tuo amico ____________”.  Includeva un'intera giornata per il mio bambino da trascorrere in casa da un suo amichetto - una mattinata di gioco, pranzo, film & pop corn e poi le famiglie si sarebbero riunite per una cena cucinata dai proprietari di casa. E' stato un regalo davvero bello da ricevere ed è bellissima l’idea di pianificare qualcosa per un amico…"

••

"Incorniciare le opere d'arte di un bambino li fa sentire così orgogliosi..” scrive Laura “Ho usato delle piccole cornici da foto comprate da IKEA a un euro e ho ritagliato le opere d'arte e incorniciate alcune anche con delle cornici grandi da parete. Un grande effetto!"

 

E qualche altra idea per i più grandicelli...

"Abbiamo chiesto ai nonni se, per questo Natale, gli andava di regalare ai nipoti delle “esperienze” scrive Susanna “Poteva trattarsi di una cosa da fare insieme o magari un corso di pittura o ceramica da fare da soli (per i più grandicelli); lezioni di sport o anche portarli a un concerto o a un cinema insieme.  Poteva anche trattarsi semplicemente di portarli a fare una passeggiata.  Crediamo davvero che i bambini possano avere molto più beneficio dal tempo speso con loro che dal numero di giocattoli che ricevono.     

Suggerimento: questa idea funziona bene per tutte le età, soprattutto per chi ha già troppi giocattoli per casa... 

••

“I regali più graditi da mia figlia che oramai è adoelscente” scrive Ilaria “sono stati quelli preparati da me: realizzavo un calendario dell’avvento oppure creavo un blocchetto di “buoni regalo”... alcuni di questi li voglio condividere con voi: una visita allo zoo; noleggiare un video e preparare i popcorn trascorrendo una serata al cinema nel lettone; una domenica pomeriggio a fare gli omini di pan di zenzero; scegliere il ristorante in cui andrà la famiglia la prossima volta; truccarsi a vicenda nel fine settimana; scegliere il menù per il pranzo o la cena (con preavviso di 1 settimana); 2 ore di pittura con la mamma; 3 “buoni” per un'ora extra di televisione o di computer; 2 weekend in cui le amiche possono dormire da noi; un pomeriggio in cui facciamo un lavoretto a sua scelta; 1 ora in cui può usare la macchina da cucire senza commenti da parte degli adulti; 1 pomeriggio tutti insieme in un museo a sua scelta; 10 euro da spendere in qualsiasi momento ne avra bisogno; 1 pacchetto dei suoi biscotti preferiti (con preavviso di 1 giorno, per favore); 1 abbraccio da mamma riscuotibile in qualsiasi momento; 30 minuti in più sul coprifuoco del venerdì/sabato sera; 1 partita a Monopoli o Risiko tutti insieme; 20 euro per andare con un amico al cinema; 1 coupon “weekend senza faccende da sbrigare.

Vi farà piacere sapere che durante l'anno li ha usati tutti e con tanta gioia... E cercate di ignorare i commenti ironici quando i figli leggono quello che hanno ricevuto, la maggior parte di loro farà fruttare i propri buoni regalo, anche se nel riceverli hanno commentato “bell'affare” sarcasticamente."  

Suggerimento: ricordate di scattare delle foto durante questi eventi, sarà un bellissimo modo di ricordare insieme il valore del dono ricevuto a Natale!

••

Chiara scrive: "Mia madre ha avuto un'idea per la sua nipotina che è molto sensibile agli altri bambini che non hanno da mangiare e allora ha pensato di aiutare un bambino bisognoso a nome di sua nipote invece di accumulare altra roba a quello che già ha!"

Suggerimento:  adottare un bambino a distanza è senz'altro la testimonianza d'amore più importante che possiamo dare. Ricevere sue foto, notizie e sapere che sta meglio grazie al nostro piccolo contributo insegnerà ai nostri figli concretamente cosa possiamo fare nel nostro piccolo per migliorare il mondo... insegnamo loro che "goccia dopo goccia" l’acqua diventa oceano!

 

bambini nel sacco a peloIdee regalo da zii creativi...

“Lo scorso Natale ho regalato ai miei 2 nipoti un buono con scritto che erano invitati a dormire a casa mia per un Safari party a gennaio scrive zia Anna “Ho spiegato tutto ai genitori prima, dicendo che volevo evitare di fare regali materiali quest'anno. I bambini non erano sovreccitati quando hanno aperto i loro regali, ma hanno amato il party notturno! Abbiamo mangiato cibo da campeggio (hotdog, ecc...) e ognuno di loro aveva una lampadina tascabile per la nostra escursione nel buio, in cerca di animali. Guarda caso, ognuno di loro ha trovato un animaletto di peluche (li avevo nascosti prima). Abbiamo letto delle storie attorno al camino (il falò) e hanno dormito nel sacco a pelo sul tappeto.

••

“Non tutti realizzano che con l’anno nuovo inizia il secondo quadrimestre di scuola per i bambini” scrive Veronica “Un regalo intelligente è un rifornimento di cose per la scuola. A metà anno molti bambini ne hanno di nuovo bisogno. Per i miei nipoti (10 e 6 anni) vado al negozio “tutto a 99 cent” e compro matite, gomme, block notes ecc... e in più qualche oggetto in tema con la festività e li metto in una calza. Anche alcune associazioni NO PROFIT hanno bisogno di materiale scolastico. In passato ho comprato il doppio di tutto, ho scelto il nome di un bambino ed ho comprato uno o due oggetti che volevano da Babbo Natale ed ho aggiunto il materiale scolastico. E' una benedizione per i bambini in affidamento con famiglie a basso reddito". 

Suggerimento: puoi anche donare materiale scolastico alla scuola e le maestre lo daranno agli alunni che ne avranno bisogno. 

•• 

"Io vi consiglio di regalare un abbonamento ad una rivista” scrive Giovanna “Mio figlio, 8 anni, ha ricevuto un abbonamento a “Focus Junior”. Invece di avere la gioia nell'aprire il regalo subito (e magari dimenticarlo dopo 2 giorni) ha la gioia di riceverlo tramite la posta ogni mese. Lo ama! Inoltre potrà donare le riviste “già lette” ai suoi amici e farne beneficiare qualcun altro!"

••

"Quest'anno Babbo Natale porterà alla nostra famiglia, con 3 bambini un viaggio di 2 giorni in un hotel a poche ore di distanza che ha un parco acquatico al coperto” scrive Elena “E' un regalo speciale che il nostro bilancio non ci permetterebbe, ma è anche un modo fantastico di investire il nostro budget di Natale. Stare insieme in famiglia senza aggiungere niente alla pila di giocattoli!"

••

"Buoni regalo!!! Ispirata dalla loro passione per i film, ho regalato ai miei figli, di 11 e 13 anni, dei buoni per 10 film a testa” scrive Franca “Confrontando le spese dello scorso anno con quelle di quest'anno, mi sono accorta di aver risparmiato del denaro per le loro attività ricreative, loro hanno visto tutti i film adatti alla loro età e si sono divertiti a invitare amici con loro al cinema, sapendo di "poterci" andare. Sono stati proprio loro a chiedermi di fare lo stesso quest'anno, dato che non gli ho dovuto dire di “no” a causa della mancanza di soldi quando volevano vedere un film con gli amici."

Suggerimento: ci sono un sacco di opzioni possibili quando si regalano i coupon e molti si possono usare più di una volta. A voi la scelta e... Buon Natale a tutti! 

a cura della Redazione 
in collaborazione con i propri esperti dell'infanzia


 

 

Il Comitato Etico supervisiona tutti gli articoli, a garanzia della tutela all’infanzia e di una genitorialità consapevole, valori a cui si riferisce l'Associazione.

La Rivista Etica Esce a Marzo, Maggio, Settembre e Dicembre e riceve i Patrocini dei Comuni per le sue finalità di sostegno a tutta la Comunità.