Loading color scheme

Nel bacino di Suviana l’aria buona è alle porte di Bologna...

La classica gita della domenica è a poco più di un’ora di auto da Bologna; una gita che sa di aria buona e di vedute lunghe e aperte. Di quelle da inspirare, crinali tutti intorno, con gli occhi chiusi e i polmoni alla massima estensione. 

Il bacino di Suviana è un lago artificiale ed è anche il più grande lago della provincia.

Leggi tutto

Con "Balanzone" scopriamo i burattini della Bologna più antica e segreta...

Bologna è una città in bilico da sempre tra sacro e profano; da una parte il potere della Chiesa e del governo cittadino che esercitavano azioni legali e moraleggianti, dall’altra l’Università con il suo aspetto goliardico e godereccio. È da questo ‘magma’ che nel 1.700 si genera un fermento creativo che la rende terra prolifica per il teatro e importante fucina per generazioni di attori.

Leggi tutto

Che lo spettacolo abbia inizio!!!

Maghi illusionisti, giocolieri, acrobati, burattinai e affascinanti bolle di sapone…

Atmosfere magiche e tante risate coinvolgeranno grandi e piccini in un esilarante susseguirsi di incredibili spettacoli, durante i quali i bambini verranno coinvolti e resi protagonisti a loro volta.

Leggi tutto

"Nutrire il pianeta. Energie per la vita" in viaggio dentro Expo di Milano per imparare a nutrirsi divertendosi

Expo Reggio Children 2015Rispettare il pianeta insegnando alle nuove generazioni il corretto utilizzo delle risorse, cercando di fare grandi passi nell’educazione alimentare, perché no, diverten- dosi. Come fare? Una proposta innovativa ci viene data da Sabina Cantarelli e dal team Reggio Children. 

L’Expo 2015, l’Esposizione Universale che si terrà a Milano dal 1° Maggio al 31 Ottobre, sarà non soltanto una manifestazione di portata globale ma, anche un momento di partecipazione sostenibile, ultramoderno e incentrato sul visitatore, coinvolto attivamente attorno a un tema fondamentale: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Questo è il tema con cui l’Expo Milano 2015 affronterà il problema del nutrimento dell’uomo, del corretto utilizzo delle risorse a sua disposizione e del rispetto per la Terra. Qualunque  genitore  ambisca  ad  insegnare  ai  propri  bambini  come curarsi del proprio corpo e della propria salute attraverso l’alimentazione, sarà certamente sensibile al tema, considerata la deriva che ha preso l’educazione alimentare negli ultimi decenni. 

La nostra società infatti si sta rapportando all’alimentazione in maniera sempre più consumistica e superficiale. I fenomeni più preoccupanti come le risorse in diminuzione, la produzione di cibi sempre più veloci e meno genuini, l’obesità come problema in crescita anche tra i minori, stanno creando, però, un’inversione di tendenza che si traduce nella scelta di diete particolari, nella creazione di catene di negozi “bio” e nel ritorno al consumo di prodotti caserecci acquistati direttamente dal produttore.

È  importante  che  il  tema  di  una  manifestazione  internazionale  come quella dell’Expo getti luce su questa presa di coscienza e su questa “controtendenza positiva”, attraverso la diffusione di messaggi propositivi, l’informazione, la sensibilizzazione e perché no, il divertimento. A proposito di questo i visitatori dell’ Expo affronteranno un simbolico viaggio attraverso percorsi tematici attorno ai sapori e alle tradizioni dei popoli della Terra, così da porsi delle domande sulle conseguenze delle proprie azioni per le prossime generazioni e trarne insegnamenti utili per dare le proprie risposte. Come è possibile creare per noi e per i nostri figli un rapporto sereno, appagante e misurato con il cibo?

Un viaggio simile a quello proposto dall’Expo è il Children Park.

Un mondo interamente dedicato ai bambini: un percorso di gioco e scoperta il cui tema, intitolato Ring around the planet, Ring around the future (Cerchio intorno al pianeta, Cerchio intorno al futuro), vuole significare un simbolico girotondo-abbraccio al Pianeta. L’obiettivo del parco è riuscire a coin- volgere i bambini, facendoli divertire e rendendoli consapevoli della stretta relazione e dell’effetto che hanno le proprie azioni sugli altri esseri viventi e sulla natura.

Attraverso il gioco di gruppo e le installazioni interattive, in un intreccio di pedagogia, comunicazione e design giocoso e stimolante, i bambini si confrontano con l’acqua, l’aria, la terra, l’energia, il mondo vegetale e il mondo animale. Il Children Park, curato da Sabina Cantarelli e sviluppato dal team di Reggio Children - Centro internazionale per la difesa e la promozione dei diritti e delle potenzialità dei bambini e delle bambine,  è letteralmente un bosco fantastico, suggestivo e sorprendente. Le  installazioni  sono luoghi  all’aria  aperta con coperture attrezzate dove si intrecciano natura e tecnologia: le Campane aromatiche che emettono profumi legati alla natura che i bambini devono riconoscere; giochi con acqua che, raccolta in un contenitore, dà vita a fiori e piante con effetti spettacolari; grandi bilance che attivano animazioni mettendo in relazione il peso del bambino con cibi scoprendone le connessioni; biciclette e tandem che, messi in azione dai bambini, producono effetti sonori e visivi rendendo visibile il contributo dato dall’energia dei partecipanti; la pesca di messaggi planetari: palline nelle quali sono contenuti messaggi dei bambini per il Pianeta, pescati da altri bambini che a loro volta lasceranno un loro messaggio, creando una catena infinita di pensieri; l’Orto gigante e la Piazza del parco, dove i bambini potranno riposarsi e interagire liberamente in un ambiente colorato e accogliente. Un album, consegnato all’ingresso ad ogni bambino, ne stuzzicherà la fantasia attraverso l’esplorazione e le curiosità sul Children Park.

Un’esperienza da sogno dalla quale i bambini usciranno divertiti ed arricchiti e con uno sguardo più profondo sulla natura e sul cibo, su ciò che ci lega e ci rende responsabili della Terra •

a cura di Claudia Casalino

Il Comitato Etico supervisiona tutti gli articoli, a garanzia della tutela all’infanzia e di una genitorialità consapevole, valori a cui si riferisce l'Associazione.

La Rivista Etica Esce a Marzo, Maggio, Settembre e Dicembre e riceve i Patrocini dei Comuni per le sue finalità di sostegno a tutta la Comunità.