Loading color scheme

Autostima in pillole...

Quando si parla di autostima ci si rende subito conto della sua enorme importanza. Aiutare i nostri bambini a costruire una solida autostima significa renderli sicuri di sé, aiutarli a diventare adulti sereni e consapevoli del proprio valore. 
Sin da piccoli i bambini cominciano a costruire una propria immagine di sé che viene alimentata soprattutto dall'atteggiamento che i grandi hanno nei loro confronti.

Sarà capitato a tutti di osservare i propri figli cercare l'approvazione negli occhi dei genitori e delle persone con le quali trascorrono più tempo. Da mamma attenta e forse un po' ansiosa, mi sono spesso confrontata con altri genitori su questi temi, grazie anche al sostegno professionale ed emotivo della pedagogia della scuola.

 È fondamentale elogiare gli sforzi dei bambini
 più che il risultato raggiunto, devono sentirsi elogiati e amati. 

 

I concetti-valori che vogliamo trasmettere loro devono essere pochi, chiari e circoscritti. Dobbiamo aiutarli, sostenerli e accompagnarli senza però sostituirci a loro per dargli la possibilità di sperimentare e di sbagliare. I capricci sono frequenti ma è essenziale che il bambino impari a separare quel che fa da quel che è. Se commette qualcosa di sbagliato, non è lui sbagliato.

Non è facile condensare in poche parole concetti tanto rilevanti e sembra difficile a una prima lettura attuarli. Personalmente ritengo il confronto utile e costruttivo, ognuno di noi può riconoscere i propri errori e tornare su i suoi passi, è utile a noi stessi ed è un ottimo esempio per i nostri figli. Tutto ciò vale per la famiglia ma anche per “l'ambiente” scuola dove i bambini trascorrono gran parte della giornata. A tal proposito, senza voler fare sterili polemiche ma con il solo fine di migliorarci, vorrei condividere con voi un profondo rammarico nel sentire racconti spiacevoli su quel che accade in alcune scuole. Non possiamo accettarlo. Una persona a me cara, sensibile a queste tematiche, ha raccontato che quando era bambina pensava che da grande avrebbe fatto “il controllore” delle scuole. Forse potrebbe essere una soluzione insieme a una giusta meritocrazia. •


a cura di Francesca,
mamma di Jacopo e Jari



Il Comitato Etico supervisiona tutti gli articoli, a garanzia della tutela all’infanzia e di una genitorialità consapevole, valori a cui si riferisce l'Associazione.

La Rivista Etica Esce a Marzo, Maggio, Settembre e Dicembre e riceve i Patrocini dei Comuni per le sue finalità di sostegno a tutta la Comunità.