Loading color scheme

a
AIUTACI A METTERE "LE ALI" AI SOGNI DEI BAMBINI

Extra-scuola e scuola “extra”

Il prefisso “extra” ha due significati: sopraffino, di altissima qualità, oppure ulteriore servizio non previsto o facoltativo. La giustapposizione di “extra” e “scolastico”, dunque, indicaun’offerta formativa ed educativa che va oltre la scuola ordinaria,

la scuola di tutti i giorni e che ben conosciamo, ma anche a qualcosa di particolarmente valevole ed eccezionale in termini di cura e di supporto agli alunni.


NON HAI TEMPO DI LEGGERE?
ALLORA ASCOLTA QUI 


Nel momento storico che stiamo vivendo, 

l’extrascolastico rappresenta un’importante opportunità di “normalità”. La pandemia ha radicalmente cambiato il volto dei servizi educativi, sia della “vera” scuola che dell’ “extra” scuola. Questo Covid ci ha costretto a vivere il momento senza pensare troppo al domani, poiché le certezze sono poche e le incertezze molte. Ma è proprio nel domani, che l’extrascolastico potrebbe veramente fare la differenza.

Teniamo presente che l’extra-scolastico è un’etichetta ampia,
che raccoglie in maggioranza servizi privati, in alcune eccezioni pubblici, che principalmente rappresentano un appoggio orario per le famiglieche necessitano di un prolungamento del normale tempo di permanenza a scuola dei propri figli. Non basta più il doposcuola tradizionale, in cui una persona di buona volontà segue un gruppetto di bambini nei compiti o li coinvolge in un gioco per poi salutarli e mandarli a casa. Tutto questo non è più sufficiente, poiché abbiamo visto come la didattica a distanza ha passato molti contenuti ma poche competenze di realtà. L’obiettivo di un buon servizio extrascolastico, ai tempi del Covid, è soprattutto quello di permettere ai bambini di fare esperienze di vita vissuta, per superare ciò che è avvenuto e che hanno provato sulla propria pelle.

In fase di progettazione del servizio, sarà proprio sugli obiettivi e sulla realizzazione pratica degli stessi che si giocherà la qualità della proposta. Il mio suggerimento è quello di procedere per gradi, partendo dalle basi. Interroghiamoci sulle motivazioniche ci portano a scegliere un’attività piuttosto che un’altra, osserviamo e impariamo a conoscere gli utenti del servizio e, se vediamo che la nostra proposta non funziona, non esitiamo a ripensarla. Prevediamo frequenti momenti di dialogo e di scambio, di circle time, diracconto di sé: sono occasioni preziose in cui emergono emozioni forti, con la differenza che non si è più soli, ma si è all’interno di un gruppo in grado di sostenerci.

Rendiamoci protagonisti con passione e competenza,
di un ritorno alla socialità grazie a questa dimensione di scuola “extra”, di realtà che dialogano e tendono al bene di tutti.

di BENEDETTA BENINI
insegnante esperta di processi di apprendimento
e psicomotricista funzionale®

Contatti: tel. 340.591.92.82 - benedetta.benini@edu.unife.it

👇
VUOI APPROFONDIRE
🔍SFOGLIA L’ANTEPRIMA della rivista che parla di questi argomenti e PRENOTA la tua copia della rivista Etica “Genitori”: ti arriverà a casa Maxi-formato cartaceo: con una donazione minima di 29€ riceverai le nostre riviste per 1 Anno! 

😍
TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO
Lascia un ✨MI PIACE✨alla nostra pagina Facebook e unisciti alla Comunità di Bambini e Genitori ‼️

 

PRENOTA LA TUA COPIA
della rivista Etica “Genitori”:
puoi riceverla a casa con una donazione minima di € 10

oppure

RICEVILE PER 1 ANNO
> 4 numeri <
con una donazione minima di € 29 anziche' € 40!!!

  > PRENOTA <  

Il Comitato Etico supervisiona tutti gli articoli, a garanzia della tutela all’infanzia e di una genitorialità consapevole, valori a cui si riferisce l'Associazione.

LE PERSONE
LE FONDATRICI E LE PERSONE CHE COLLABORANO

Bambini e Genitori nasce dall'entusiasmo e dalle competenze professionali di un team di genitori motivati...

Slider