L’albero di Natale fra storia e creatività

L'immagine dell'albero come simbolo del rinnovarsi della vita è un tradizionale tema pagano presente sia nel mondo antico che medioevale e, probabilmente, in seguito assimilato dal Cristianesimo.

La derivazione dell'uso moderno da queste tradizioni, tuttavia, non è stato provato con certezza. Sicuramente esso risale almeno alla Germania del XVI secolo. Ingeborg Weber-Keller (professore di etnologia a Marburgo) ha identificato una cronaca di Brema del 1570 secondo cui un albero veniva decorato con mele, noci, datteri e fiori di carta.

La città di Riga è fra quelle che si proclamano sedi del primo albero di Natale della storia nel 1510. Prima di questa apparizione "ufficiale" dell'albero di natale si può però trovare anche un gioco religioso medioevale celebrato proprio in Germania il 24 dicembre, in cui venivano riempite le piazze e le chiese di alberi di frutta e simboli dell'abbondanza per ricreare l'immagine del Paradiso.

Successivamente gli alberi da frutto vennero sostituiti da abeti poiché questi ultimi avevano una profonda valenza "magica" per il popolo. Avevano specialmente il dono di essere sempreverdi, dono che secondo la tradizione gli venne dato proprio dallo stesso Gesù come ringraziamento per averlo protetto mentre era inseguito da nemici. Non a caso, sempre in Germania, l'abete era anche il posto in cui venivano posati i bambini portati dalla cicogna.

L'usanza entrò nelle case nel XVII secolo e agli inizi del secolo successivo era già pratica comune in tutte le città della Renania.

L'uso di candele per addobbare i rami dell'albero è attestato già nel XVIII secolo. A tutt'oggi, la tradizione dell'albero di Natale è sentita in modo particolare nell'Europa di lingua tedesca, sebbene sia ormai universalmente accettata anche nel mondo cattolico. A riprova di questo sta anche la tradizione, introdotta durante il pontificato di Giovanni Paolo II, di allestire un grande albero di Natale in piazza San Pietro a Roma, cuore del cattolicesimo mondiale.

Realizziamo il nostro albero di Natale fai da te!

“E' un alberello di Natale facile ed economico: dobbiamo procurarci un rotolino di cartone della carta igienica, carta crespa marrone, carta crespa verde di diverse tonalità e colla vinilica. Bisogna ritagliare rettangoli di carta verde arrotolarli a mo' di caramella e piegarli per dare consistenza alle foglie. Le foglie così realizzate verranno incollate fino a formare la chioma, mentre il rotolino rivestito di carta marrone sarà il tronco. Un altro modo potrebbe essere quello di formare dei piccoli coni con carta decorata natalizia da attaccare insieme fino a formare un piccolo alberello.”

a cura di Francesca
mamma di Jacopo e di Jari


TI È PIACIUTO L'ARTICOLO?
Lascia un ✨ MI PIACE ✨ alla nostra pagina Facebook e Instagram e unisciti alla Comunità di Bambini e Genitori ‼️

👇 CONDIVIDI QUESTO CONTENUTO USANDO I PULSANTI QUI SOTTO